Simone il ragazzo Down e il bello della vita

Simone il ragazzo Down e il bello della vita

Simone
Simone

Buon pomeriggio amici positivi, voglio raccontarvi la storia di un ragazzo davvero speciale e del suo viaggio verso Malta.

Simone Brescianini, 24 anni, è un ragazzo affetto dalla sindrome di Down ma questo, che per molti può sembrare un limite, no lo è. Lui è un ragazzo solare e dinamico, come molti ha un impiego,per giunta è un lavoro fisso!! Questo lo rende felice.

Simone è il protagonista di “Altrove”, un film documentario realizzato dall’associazione “Sottosopra onlus” per raccontare la sindrome di Down da un punto di vista diverso. Domani, martedì 17 maggio, sarà presentato in anteprima a Milano.

Quello di Simone è un viaggio speciale: un viaggio intimo, libero e personale di un giovane “diverso” che lotta per trovare il suo posto nel mondo. Un viaggio oltre confine e oltre i confini: fuori dall’Italia e oltre i luoghi comuni. Fuori dai cliché e dal confine demarcato delle parole “sindrome di down”.

L’avventura on the road con il cugino Mauro, che vive nell’isola da due anni, diventa il pretesto con cui Simone prende per mano il suo pubblico per raccontare sentimenti, paure e pensieri di una persona disabile che non si tira mai indietro.

Un viaggio in salsa agro-dolce, senza pietismi, dove momenti di riflessione si mescolano alla leggerezza e all’entusiasmo di un ragazzo che vuole assaporare tutto il bello della vita e godersi una nuova esperienza.
Simone soffre e fatica ad accettare la sua “diversità” ma non rinuncia a niente. Passeggia su e giù per l’isola, fa il bagno, si butta sott’acqua, balla, canta a squarciagola su una gip rossa, sorride. Ogni gesto racconta la sua “diversa” normalità e propone svariati spunti per riflettere e valorizzare la vita, nonostante tutto.

Abbiamo estrapolato una frase di Simone.Una frase che ci è risultata molto importante: “Sott’acqua non si sentono i rumori del mondo, e io non mi sento più diverso. Anche se sono down, sono anche altre cose”

 

Precedente Albano in fiore.Una Domenica positiva Successivo Chi fa da se fa per tre