Nemo il pesce rosso salvato dai veterinari

Nemo il pesce rosso salvato dai veterinari

Nemo
Nemo

Buongiorno a tutti amici positivi, oggi vi racconto una storia che ha dell’incredibile.

Oggi giorno tantissime persone hanno un compagno animale con cui trascorrere la vita insieme e a loro vengono giustamente dedicate tutte le cure necessarie. Solitamente quando pensiamo ad un animale da compagnia, ci rivolgiamo a cani,gatti e conigli. Pesci ed uccelli spesso vengono considerati animali di serie B perchè non comunica con noi come fanno i cani o i gatti. Non è il caso di questo pesciolino rosso di 5 anni, Nemo.

La storia ha luogo in Gran Bretagna dove una coppia Londinese non ha esitato a percorrere 200 Km per salvare il piccolo pesce, che loro considerano parte della famiglia.

Nemo era affetto da una forma tumorale ed è stato portato in una clinica veterinaria di Bristol. La delicatissima operazione ha avuto successo ed è durata 45 minuti, durante i quali il “paziente” è stato addormentato e tirato fuori dall’acqua.

“Abbiamo avuto molta paura, ad un certo punto il suo cuore ha smesso di battere ma l’infermiera anestesista è riuscita a rianimarlo”ha spiegato Sonya Miles, la veterinaria.

“Una volta rimesso in acqua il pesciolino ha ripreso le forze si è messo a nuotare normalmente”.

Sonya ha ammesso che questo tipo di operazione non è molto frequente d i padroni esistano a spendere 260 euro per questo tipo di animali e l’ultimo intervento simile era stato effettuato nel 2015. La notizia però è balzata agli onori della cronaca Nazionale  ha raccolto molti consensi. “avrei fatto la stessa cosa e sono colpita dal fatto che i veterinari sono capaci di operare animali così piccoli come un pesce rosso” ha commentato Martina Watson sulla pagina Facebook della Bbc

Animali

Informazioni su stayhappy

siamo due sorelle che stufe dei sentire notizie negative abbiamo deciso di tutta risposta di scrivere un blog di sole cose positive con la speranza di regalarvi un sorriso :) stay happy!!!è il nostro motto

Precedente Sapone liquido fai da te Successivo Lotta alla Sma,così i bimbi tornano a camminare