Cosa fare se trovate un cane chiuso in macchina al sole

Cosa fare se trovate un cane chiuso in macchina al sole . Ecco i modi legali per salvare l’animale prima di rompere il finestrino

cane in macchina
cane in macchina

Buon pomeriggio amici positivi 🙂 ormai siamo nel piene dell’estate e potrebbe capitarvi di dover aiutare un povero cagnolino intrappolato per negligenza dei padroni,in una macchina con i finestrini chiusi sotto al sole.

I cani come noi umani se esposti a temperature alte potrebbero avere un colpo di calore fatale quindi come dobbiamo comportarci? La risposta più semplice (se il padrone dell’animale è latitante) è spaccare il finestrino dell’automobile così da poter soccorrere il mal capitato.

Non tutti però hanno il coraggio e la prontezza di rompere il finestrino.

Per dissipare ogni dubbio, interviene un avvocato molto sensibile ai diritti degli animali che nel proprio blog spiega passo,dopo passo come dovremmo comportarci per non incorrere in “grane” giudiziarie.

L’autore dell’articolo è Aldo Benato spiega di non rompere il finestrino prima di aver controllato bene il contesto. Scrive l’avvocato:”Tanti invitano con leggerezza a rompere senza indugio il vetro dell’auto. Il suggerimento, tuttavia, è sbagliato per diversi motivi:
1. spesso non si sa da quanto il cane sia chiuso in auto ed entro quanto tempo il proprietario torni;
2. rompere il finestrino di un’auto è un reato;
3. il cane potrebbe spaventarsi per la rottura del finestrino e scappare, lasciando perdere le proprie tracce o addirittura causando incidenti stradali
4. se l’animalista decidesse anche di portare via con sè l’animale, commetterebbe furto aggravato.”

Il legale invita a controllare con attenzione se lo stato dell’animale è sofferente e di aspettare il adrone. Nel caso il quadrupede manifesti dolore e sofferenza bisogna chiamare immediatamente le forze dell’ordine che hanno l’obbligo di intervenire.

L’avvocato scrive ancora: Nel fare la segnalazione è importante evidenziare i DATI OGGETTIVI comprovanti la gravità della situazione (es: “il cane non si muove più” – “l’auto scotta e non c’è traccia del proprietario da oltre 10 minuti”). Evitate opinioni (es: secondo me sta male): spesso sono inutili o, peggio, controproducenti. Trovate qualche testimone che possa confermare la situazione e, se possibile, scattate qualche foto o fate un video, in modo che non vi contestino una segnalazione impropria.

Se invece il cane è in pericolo di vita, allora è possibile (ma non obbligatorio) rompere il finestrino anche incorrendo in guai giudiziari, che però potrebbero essere molto lievi se riuscirete a dimostrare con foto e video che la bestiola stava davvero morendo.

Ed in questo caso il legale scrive:

Oppure INTERVENITE, a vostro rischio, ROMPENDO IL FINESTRINO e trascinando fuori il cane: rompere il finestrino di un’auto è un reato (danneggiamento), ma potrebbe/dovrebbe essere ritenuto lecito se determinato da uno stato di necessità (art. 54 c.p.). Il punto è che, in caso di denuncia, dovreste pagare un avvocato per difendervi, dovreste provare lo stato di necessità e, comunque, la decisione finale spetterebbe a un Giudice, che deciderà solo in base alle prove.
Oggi il fatto potrebbe anche essere non punibile per la nuova disciplina della “speciale tenuità del fatto”; anche in questo caso, tuttavia, spetterebbe al Giudice la decisione finale.

 

 

 

Precedente L'amore di un marito per la moglie malata Successivo Lisa Carvell,sfida il morbo di Crohn