Compostiera fai da te, utile e positiva

Compostiera fai da te, utile e positiva

Buon pomeriggio amici positivi quanti di voi ricorrono al compostaggio?

Il riciclaggio oggi giorno è sempre più indispensabile per l’enorme quantità di rifiuti che produciamo e molti comuni si sono già organizzati per realizzare una seria raccolta differenziata e spesso offrono a chi ne vuole usufruire la possibilità di avere una compostiera in comodato d’uso. In questo articolo invece vedremo quanto è facile costruirsela con costi bassissimi.

Il compostaggio riduce del 30% la spazzatura indifferenziata.

compostiera
compostiera

Quando parliamo di compost cosa intendiamo esattamente? Si tratta di un terriccio che si forma attraverso la decomposizione ed umificazione di materie organiche da parte di microrganismi in particolari condizioni quali equilibrio tra gli elementi chimici componenti la materia prima e presenza di ossigeno: il compostaggio consente di diminuire almeno del 30% il gravoso carico della spazzatura indifferenziata e produce un ottimo fertilizzante naturale per le vostre piante.

Con quali tipi di rifiuti è possibile realizzare il compost? In generale va bene il cosiddetto umido organico, ovvero scarti di cibo, fondi del caffè, foglie secche o fiori, gusci d’uovo, bucce di frutta e scarti di verdure. Fate in modo da non inserire nel vostro compost elementi che non siano biodegradabili: da evitare quindi cartoni, riviste, scarti di legno trattato con prodotti chimici o piante malate.

Ora al lavoro 🙂

È il progetto più complesso da realizzare, ma anche quello dai risultati migliori soprattutto per chi ha un grande giardino. Per la realizzazione della compostiera, serve innanzitutto dotarsi di assi di legno grezzo, quindi non chimicamente trattato. Possono essere facilmente acquistati in pannelli nei negozi di giardinaggio o bricolage o, in alternativa, si possono riutilizzare i bancali da imballaggio.

compostiera
compostiera

Scelta la dimensione – per una famiglia di quattro persone potrebbe bastare una base di 2 metri per 1 e un’altezza di 1,5 – si parte dalla base. La superficie inferiore della compostiera deve essere di 10-15 centimetri sollevata dal suolo per garantire deflusso e sufficiente areazione, quindi si predispongano appositi piedini. Se il pannello prescelto fosse unico, si predispongano con il trapano due linee di fori. In caso si usasse il pallet oppure degli assi singoli, basterà distanziarli l’un l’altro di qualche centimetro. Lo stesso vale per il montaggio dei lati: fori per pannelli unici, distanza per listelli e assi.

A questo punto, è necessario creare il rivestimento interno: tutta la superficie deve essere ricoperta da una rete a maglie piccole oppure da pellicole di plastica bucherellate. Sul fondo, invece, va predisposto uno strato di 5 centimetri di argilla espansa e sassolini, a cui aggiungere un lieve strato di terriccio preso direttamente dal giardino, così da accelerare il processo di creazione della popolazione di lombrichi.

compostiera
compostiera

Misure:

A  – 20 tavole di 2,5 × 15 cm e 75 cm di lunghezza

B  – 10 tavole di 2,5 × 10 cm e 80 cm di lunghezza

C  – 100 viti da 4 cm circa

D  – 40 pezzi di 5 cm circa

E  – 2 listelli di 5 × 5 cm e  80 cm di lunghezza

F  – 8 tavole di 2,5 × 10 cm e 84 cm di lunghezza

G – 4 tavole di 2,5 × 10 cm e 37 cm di lunghezza

 

Procedimento:

Si comincia costruendo i 3 lati della compostiera fai da te utilizzando le tavole di 2,5 × 15 cm e 75 cm di lunghezza (A) e le tavole di 2,5 × 10 cm e 80 cm di lunghezza (B). SI devono costruire i tre lati della compostiera come indicato nelle figure. Lasciare dello spazio tra le tavole orizzontali in modo che l’aria possa circolare.

Unire i tre lati della compostiera. Farsi aiutare da qualcuno che possa reggere i lati per ottenere un buon lavoro. Avvitare i tre lati utilizzando le viti da 4 cm. Si consiglia di fare i fori con il trapano prima di avvitarle in modo che il legno non si spacchi. Onde ottenere degli angoli perfetti, aiutarsi con una squadretta prima di avvitarli.

Abbiamo unito i tre lati in quanto il lato anteriore della compostiera deve scorrere verso l’alto al fine di facilitare l’operazione di raccolta del compost quando sarà pronto.

A tal fine avvitare i 2 listelli di 5 × 5 cm e  80 cm di lunghezza. Il lato frontale dovrebbe scorrere facilmente tra i binari creati come indicato in figura, quindi attenzione a prendere bene le distante. Una volta terminato il pannello rimovibile anteriore, inserirlo tra i binari. Se si è prestato cura nel rilevamento delle misure, l’operazione dovrebbe essere semplicissima ed il pannello removibile dovrebbe scorrere liberamente. Se ritenete che il pannello anteriore sia troppo grande per poterlo sfilare, si potrebbe dividerlo a metà e rimuovere, all’occorrenza, solo la parte superiore.

Procediamo ora con la costruzione della copertura della compostiera. In questo caso adopereremo le 8 tavole di 2,5 × 10 cm e 84 cm di lunghezza e le  4 tavole di 2,5 × 10 cm e 37 cm di lunghezza. Il coperchio, come in figura, è diviso a metà per facilitare e agevolare l’inserimento degli scarti domestici.

compostiera
compostiera
Precedente barbeque sudafricano Successivo Olio di palma. L'italia dice addio!